Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

Via Francigena
Sentiero VF1 di monte tra Aulla e Sarzana

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

 
 
EPOCA del 13 giugno 1954 (Conquista del K2) - In copertina Lacedelli e Abram, fotografati al campo base a 5.000 m., mentre studiano la montagna da scalare

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
 alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
 la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
 in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati...

 
 
 
 
Ponzano Superiore
PONZANO SUPERIORE - Panorama
NOTE SULLA VF
Tratto Tosco-Ligure
Eventi, iniziative...
Francigena di valle
 
ALTRI BORGHI
Bibola
Caprigliola
Ponzano Superiore
Vecchietto
 

Blocco Notes

Ponzano Superiore
Gli studiosi di storia dell'urbanistica non hanno alcun dubbio in merito all'antichissima origine di Ponzano Superiore, prima frazione del comune di Santo Stefano di Magra. Secondo il Landinelli è al console Caio Pontio Ligo che si deve il nome del borgo. Altri lo collegano al "Fundum Pontianum" delle Tavole Velleiate.
La prima notizia si ha in un documento del 986 quando al Vescovo di Luni
 
Elenco puntato - Eclisse di sole negli anni '60   Eclisse di sole negli anni '60
Elenco puntato - Teatro alla Corte Remedi   Teatro alla Corte Remedi
Elenco puntato - Agenda Ponzanese  Agenda Ponzanese
3° Domenica di Settembre
Premio nazionale di poesia
" Cesare Orsini "
Ultima settimana di Agosto
Sagra della "Scherpada"
(piatto tipico locale)
 
è riconosciuta la proprietà di alcuni beni posti nel territorio di Ponzano.
Nel 1202 Gualtiero, vescovo di Luni, appare l'unico signore del castello avuto "per compera". Anche nel trattato stipulato nel 1306 da Dante, procuratore del Marchese Malaspina, si riconosce Antonio da Camilla, vescovo di Luni, padrone di Ponzano. Il borgo passa poi sotto il dominio di Castruccio Castracani, come altri della zona ( Sarzana, S.Stefano Magra ),
successivamente ai Malaspina e nel 1541 è venduto al Banco di San Giorgio.
La Struttura urbanistica di Ponzano, ricca di rampe, scale e strade anguste, sottolinea l'impianto medievale del borgo. Su queste percorrenze interne si affacciano botteghe ed osterie, ricordate in documenti del XVII.

La comunità, in prevalenza agricola (ebbe nel Seicento uno sviluppo notevole), era interessata alla salvaguardia del territorio; ne sono la conferma gli "Statuti Genovesi" che regolavano anche l'allevamento degli animali, la macellazione, la vendita delle carni.
Il borgo rimane nell'ambito della Repubblica di Genova fino alla fine del XVIII secolo quando la comunità, dotata di propria autonomia e statuti, passa alla Repubblica Ligure, diventando nel 1804 parte integrante del Comune di Santo Stefano di Magra.
La potente famiglia dei Remedi, nel XVIII secolo, ristrutturò la chiesa dedicata a San Michele (santo caro ai Longobardi) e la parte alta del borgo per erigervi

PONZANO SUPERIORE - Piazza Aia di Croce

Piazza Aia di Croce

la propria dimora marchionale, affacciata verso la piana del Magra ed il Golfo della Spezia con le sue isole.
Le prime notizie della Chiesa di San Michele risalgono al 1296/97 quando compare come cappella dipendente dalla Pieve di Santo Stefano (anticamente "de Cerreto"), oggi Santo Stefano di Magra. Era probabilmente una cappella castrense, edificata sulla sommità del colle di Ponzano, che venne ricostruita nel secolo XVI e consacrata nel 1528.
La chiesa subì un nuovo intervento di ristrutturazione nel XVIII secolo. A quel periodo risalgono anche gli stucchi che decorano le pareti interne e gli altari.
In quello di Sant'Anna c'è una teca dorata che contiene le spoglie integre di Santa Concordia, che fu martirizzata nel 258 d.C. sotto l'imperatore Gallieno. Tradizione vuole che il corpo della santa sia stato trasportato a Ponzano nel 1776, dopo essere giunto a Roma assieme a quello di San Felice, che oggi riposa nella pieve di Santo Stefano di Magra. Non ci sono però riscontri certi a questa notizia anzi, dai documenti dell'Archivio Vescovile di Sarzana si vede che Santa Concordia non è citata tra le reliquie del 1767 e quindi sarebbe giunta in loco solo in epoca posteriore. Probabilmente nel 1779, quando venne richiesta una benedizione per collocare le spoglie della santa nell'altare di Sant'Anna della chiesa di Ponzano.
L'interno dell'edificio, ad unica navata coperta con volta a botte lunettata, è decorato con stucchi settecenteschi di pregevole fattura e contiene nove altari: uno dei più antichi è quello dedicato a San Giovanni Battista, già citato da mons. Angelo Peruzzi nella sua Visita Apostolica del 1584. Il prelato trovò la chiesa in ottimo stato, bene imbiancata e pavimentata, con cinque altari e la sacrestia in costruzione.
L'altare maggiore della chiesa di San Michele, nonostante i visibili rimaneggiamenti, presenta ancora i caratteri della tipologia ligure a piani sovrapposti con andamento scalare contrario.
I Remedi, marchesi del Sacro Romano Impero e nobili sarzanesi di antiche origini, costruirono il loro palazzo sulla sommità del colle di Ponzano, realizzando un imponente ed articolato intervento urbanistico, volto a ristrutturare (nei primi decenni del secolo XVIII) tutta la parte alta dell'antico nucleo medievale.
L'edificio, palazzo marchionale di Andrea, figlio di Giacomo e Maddalena Costanza Pallavicino di Parma, è organizzato attorno ad un cortile (vedi link "Teatro alla Corte Remedi") accessibile da due lati e decorato da una grande fontana. Presenta un carattere austero, soprattutto nella grande facciata rivolta a sud, aperta verso Sarzana e la Versilia.
Il fronte occidentale della dimora si rivolge verso la piana del Magra e il Golfo della Spezia. Antistante questo lato, il marchese aprì una piazza belvedere a carattere privato, spianando alcune case in rovina. Le notizie di questi lavori sono contenute in una lapide posta ai piedi a piedi della colonna sulla quale si erge la statua della Vergine Immacolata che adorna lo spiazzo panoramico.
Dal quel punto, oltre alla piana della Magra, si può ammirare la villa che i Remedi, forse in quegli stessi anni, costruirono sui terreni di loro proprietà posti nel piano di Ponzano. Villa Pratola (vedi link nella colonna di destra) è rivolta verso il palazzo, come la villa Malaspina di Caniparola prima della costruzione del giardino all'italiana e come la villa del marchese Brignole Sale a Groppoli.
Ad occidente del complesso medievale fortificato, a testimoniare il ruolo territoriale di Ponzano, si trovava l'Ospedale, ancora funzionante nel secolo XVIII. La struttura era amministrata da due massari della comunità locale e dal rettore della chiesa parrocchiale. Alla fine del XVI sec. possedeva un reddito annuo di circa tre scudi.
Per volontà del vescovo, nell'ospedale potevano trovare ricovero solamente persone dal comportamento affidabile e povere. Non c'era posto per ciarlatani, buffoni o altri uomini del genere...
Per ulteriori info su Ponzano Superiore vedi link nella colonna a destra "Il borgo di S.Stefano Magra".
Fonti:
- GUIDA al Comune di Santo Stefano di Magra,

   a cura dell'Assessorato al Turismo ed alla Cultura;
- Segnaletica turistica della Via Francigena,
   a cura del CAI e del Comune di Santo Stefano di Magra.
 

Close Up

Fotografie, eventi, turismo, storia e news del territorio...

Il borgo di S.Stefano Magra
Importante crocevia medievale per coloro che si avventuravano lungo le strade di pellegrinaggio, fu luogo di mercato a partire dal IX sec. Il suo territorio è tuttora ricco di memorie storiche e di punti naturalistici collinari e fluviali...

Grafica elenco puntato link

Villa Pratola dimora storica
La sua costruzione risale al tardo barocco. Era la casa di campagna dei marchesi Remedi, posta nel piano di Ponzano, oggi restaurata per finalità ricettive, tipo matrimoni, cene, eventi musicali e culturali tra cui le giornate ADSI...

Grafica elenco puntato link

Le Alpi Apuane
Originano da movimenti tettonici del fondo marino e sono prevalentemente costituite di roccia (il notissimo marmo bianco). I calcari risalgono ad almeno 250 milioni di anni fa e ne fanno un "monumento geologico" unico al mondo...

Grafica elenco puntato link

Le vie di pellegrinaggio
I pellegrinaggi a Gerusalemme iniziarono già dai primi secoli dopo la morte di Cristo. La via Francigena non vide solo il passaggio di pellegrini ma anche di viandanti, militari e mercanti che misero a confronto la loro cultura con quella dei territori attraversati...

Grafica elenco puntato link

Sentieri della Via Francigena
Una cartina del CAI traccia
i sentieri storici della
Via Francigena tra Aulla e
Sarzana, che sono
nuovamente percorribili dopo
essere stati ripuliti e segnalati...

Grafica elenco puntato link

Il Canale Lunense
Inaugurato nel maggio 1930, prende acqua dal fiume Magra, nei pressi di Isola di Caprigliola, ed è la più importante opera idraulica ad uso irriguo della vallata. Sulle sue sponde oggi scorre una pista ciclo-pedonale che viene utilizzata anche come percorso alternativo della Via Francigena...

Grafica elenco puntato link

Il Castello della Brina
Importanti ricerche archeologiche vengono compiute su quelli che sono i resti di questo maniero posizionato sul sentiero di monte della Via Francigena, tra Ponzano Superiore e Falcinello...

Grafica elenco puntato link

Carta della Lunigiana Storica
Una cartina con note mostra il
territorio, un tempo abitato dai
bellicosi Liguri Apuani, da dove parte questo sito...

Grafica elenco puntato link

Liguri Apuani e Statue Stele
Le radici più profonde delle
comunità lunigianesi affondano
fino alle soglie della protostoria.
Mari e monti un tempo erano
occupati dalla bellicosa
popolazione dei Liguri Apuani...

Grafica elenco puntato link

Antiche ricette in Lunigiana
Piatti prelibati di una cucina essenziale, ma non per questo meno saporita. Cibi dal sapore antico che tornano ad imbandire le nostre tavole dopo  essere stati riscoperti a nuova vita...

Grafica elenco puntato link

Pietrasanta città d'arte
Città a vocazione turistica, Pietrasanta è considerata il capoluogo storico della Versilia e la capitale della lavorazione artistica del marmo...

Grafica elenco puntato link
 
 
 
 
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
19037 Santo Stefano di Magra - LA SPEZIA  IT
   

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP