Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

PHOTO MAGAZINE

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

INDICE ARCHIVIO NEWS

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

 

 
  LO SPORT del 29 maggio 1955 - Speciale per la scomparsa del pilota milanese Alberto Ascari, uno dei più grandi campioni dell'automobilismo mondiale

PRIMA PAGINA

<<

 Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
 alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
 la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
 in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

 A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
 Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
 e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati... 

 
 
 
 

Fotografie © GIOVANNI MENCARINI

 
Torna l'antico gioco di strada dei carrettini

RICCO' DEL GOLFO - Una festante cornice di pubblico ha fatto da corollario alla IV Cronodiscesa Casella-Valdipino, svoltasi domenica 21 settembre 2014, che ha mantenuto tutte le attese della vigilia. I carrettini sono tornati a Riccò del Golfo dopo un anno di stop.
Nel 2013 infatti, la gara era stata annullata in segno di lutto per la tragica scomparsa di un giovane della comunità locale (deceduto in seguito ad un infortunio sul lavoro) che aveva lasciato nello sgomento tutta la popolazione.

Cronodiscesa Casella-Valdipino
Mezzi sempre più sofisticati per toccare velocità da brivido...
All'edizione 2014 erano iscritti circa una trentina di mezzi e, alla fine, i carretti che si sono sfidati lungo i tortuosi tornanti del percorso sono stati in tutto 24.
I loro piloti hanno dato vita ad una intensa competizione paesana, che si è svolta nella massima correttezza e serenità, all'insegna di una goliardia che richiama alla memoria antichi giochi.
Per quanto riguarda le note tecniche, il tracciato Casella-Valdipino è lungo circa 1.800 metri e presenta una pendenza media del 6,8% distribuita su un dislivello di 126 metri. La larghezza delle sede stradale varia dai 4 ai 5 metri. La
partenza avviene presso il capolinea degli autobus ATC a Casella, mentre l'arrivo è posto una ventina di metri oltre il ponte che si incontra in uscita da Valdipino.
RICCO' DEL GOLFO (Cronodiscesa Casella-Valdipino 2014) - Carrettini allineati nella zona di partenza
Elenco puntato link Fotografie della Cronodiscesa Casella-Valdipino 21/09/2014
Il numero dei veicoli gommati è in costante aumento, così come crescono le misure delle ruote; segnano invece il passo i tradizionali e antichi carrettini trapezoidali dotati di tre cuscinetti a sfera. Il perché è presto detto: i giovani amano l'ebbrezza della velocità e pertanto gareggiare con un mezzo spartano e decisamente più lento rispetto agli altri non procura loro molta soddisfazione.
Oltretutto il tracciato di Riccò del Golfo presenta alcuni tratti in falsopiano che non sono adattissimi a chi scende con cuscinetti a sfera molto piccoli. I piloti, in questo caso, devono aiutarsi anche con la forza delle braccia per evitare che il loro veicolo si arresti lungo la strada.
Queste corse paesane (il cui scopo primario rimane quello di trovare dei vincitori nelle varie categorie) nel corso del tempo sono diventate anche degli appuntamenti immancabili dove gli allestitori dei carrettini possono mettere in mostra le migliorie via via apportate ai loro mezzi. Tecniche costruttive sempre più sofisticate hanno consentito l'adozione di telai tubolari saldati, freni a disco autoventilati, roll-bar per la sicurezza, carrozzerie in plastica e vetroresina costruite ad hoc, rifinite di tutto punto e variamente colorate.
Nel 2012 alcuni Vigili del Fuoco di Levanto avevano iscritto alla manifestazione un carrettino, costruito a modello di una vera autopompa, e dotato di tutti gli accessori perfettamente funzionanti, comprese le sirene che erano alimentate da due bombole ad aria compressa. Uno spasso per i bambini e gli appassionati del genere che sono rimasti veramente a bocca aperta.
Quest'anno si sono presentati nuovamente al via aggiungendo al primo mezzo anche un carretto a modello di autoscala, curato nei minimi particolari.
Non sono stati velocissimi, ma questi veicoli erano sicuramente tra più originali e belli a vedersi e forse avrebbero meritato un piccolo premio extra-gara.
Iscritti alla IV cronodiscesa anche un buon numero di carretti stile Kart che ormai sono perfettamente uguali alle versioni corsaiole da pista dotate di motore.
Una nota a parte meritano sicuramente le carrozzerie dei veicoli su gomma, costruite con materiali sofisticati e accuratamente conformate ai telai tanto da rendere i carretti simili ad autovetture di Formula 1 o Sport Prototipo in scala ridotta, come si può vedere in questa fotografia.

Una Federazione per tutelare i mezzi storici - Le corse con i carrettini vantano attualmente un campionato nazionale e competizioni singole sparse su buona parte della Penisola, allestite sotto l'egida della FICS (Federazione Italiana Cart's).
Questo organismo è stato costituito nel 1982 grazie alla volontà dei gruppi storici delle corse in discesa. In ambito europeo aderisce alla CECCAS (Commission Européenne de Courses des Caisses a Savon) che, nel corso degli anni, ha normalizzato alcune categorie ed emanato dei regolamenti per la costruzione dei mezzi. I carrettini presentano oggi delle soluzioni tecniche d'avanguardia, che molto spesso sono opera degli stessi piloti, i quali fanno ricorso a materiali che provengono dalle grandi aziende dell'auto, delle gomme e dei freni.
La Fic's però è impegnata anche a salvaguardare i mezzi storici,  che hanno sempre mantenuto un legame profondo con il territorio.
A tal proposito, è doveroso segnalare che le gare regionali quasi sempre si svolgono all'interno di feste patronali, sagre e/o eventi storici paesani.
I percorsi sono messi in sicurezza con balle di paglia e vecchi pneumatici e i veicoli gareggiano nel pieno rispetto dell'ambiente che li circonda, in modo silenzioso e molto divertente.

EDIZIONE 2012: i primi classificati delle varie categorie

Per la cronaca, alla III Cronodiscesa Casella-Valdipino ci si poteva iscrivere in tre categorie: monoposto su gomma, biposto su gomma e carrettini a cuscinetti.
Il più giovane in gara è risultato Luca Gianfrancesco, prossimo ai dodici anni. Con i suoi 71 anni, il vezzanese Alessandro Orlandi (il più anziano del lotto) ha

RICCO' DEL GOLFO (Cronodiscesa Casella-Valdipino 2012) - Gli anziani di Casella seguono con attenzione le operazioni di partenza dei carrettini
Elenco puntato link Fotografie della Cronodiscesa Casella-Valdipino 09/09/2012

gareggiato con lo spirito di un novellino. Dopo le prove, iniziate alle ore 14:00, i partecipanti si sono sfidati al meglio di due manche.
Vincendo nel doppio su gomma (in coppia con Gianluca Torpia), col tempo di 2'44"27, Nicola Gargano ha fatto il tris, conservando quindi l'imbattibilità guadagnata nelle due precedenti edizioni; Fabio Locati l'ha spuntata nel singolo su gomma (il suo tempo di 2'36"17 è risultato il migliore in assoluto), mentre Alex

e Walter Bolognesi sono arrivati primi nella categoria cuscinetti.
Le ragazze Krizia Cedrini e Martina Nieddu guidavano un triciclo gommato e sono state le prime rappresentanti del gentil sesso presentatesi a sfidare i maschi; si sono ottimamente comportate chiudendo al 4° posto finale della loro categoria.
Ai vincitori sono andati in premio una targa ricordo ed un cesto di salumi nostrali della zona. A tutti i concorrenti l'organizzazione ha consegnato un pacco gara contenente prodotti tipici di Val di Vara e Lunigiana.
Alcuni di coloro che pilotavano carrettini su gomma si sono cimentati addirittura in una sfida nella sfida (ovviamente extra gara ufficiale): cercare di arrivare al

RICCO' DEL GOLFO (Cronodiscesa Casella-Valdipino 2012) - Sul rettilineo d'arrivo il carrettino gommato n. 112, uno dei più piccoli in gara

traguardo senza toccare i freni. E' vero che nessuno poteva controllare, ma tutti hanno candidamente ammesso che non è stato possibile in quanto le ultime curve in quel di Valdipino sono talmente "secche" che, per non uscire di strada, era assolutamente necessario ridurre la velocità.
Come negli anni passati, il servizio di Pronto Soccorso è stato garantito dalla locale Croce Rossa mentre i volontari della Protezione Civile si sono adoperati per la sicurezza e la disciplina degli accessi sulla strada interessata dalla competizione.
Nei pressi dell'arrivo era in funzione un punto di ristoro per concorrenti e spettatori organizzato dalla locale Pro-Loco.

EDIZIONE 2011: concorrenti in aumento e tanti spettatori

Mentre a Vezzano Ligure la tradizione delle corse con i carrettini si è nuovamente interrotta, a Riccò del Golfo sono già due anni che la Pro Loco ed il Comune organizzano una cronodiscesa con partenza nella frazione di Casella ed arrivo in quella di Valdipino. C'è stato quindi un casuale ed impensabile passaggio di testimone tra la Val di Magra e la Val di Vara per mantenere in vita un sano divertimento che richiama ad antica memoria.
E alcuni appassionati, che erano tornati a gareggiare nel borgo caro a Mario Tobino, proprio non ce la facevano a star lontano dalle corse su quattro ruote (a volte tre) non motorizzate e hanno pensato bene di iscriversi alla competizione svoltasi nel comune della Bassa Val di Vara.

RICCO' DEL GOLFO (Cronodiscesa Casella-Valdipino 2011) - Un carrettino gommato a tre ruote (n. 105)  affronta l'ultima curva del tracciato
Elenco puntato link Fotografie della Cronodiscesa Casella-Valdipino 11/09/2011

Il successo è stato notevole: i partecipanti alla "II Cronodiscesa Casella-Valdipino", svoltasi l'11 settembre 2011, sono quadruplicati rispetto all'edizione passata, attirando lungo il percorso un gran numero di spettatori.
Il parcheggio nei pressi del campo sportivo di Riccò del Golfo era stipato di autovetture, i cui occupanti si sono riversati lungo il tracciato per incitare ed applaudire i piloti loro beniamini.
Sembrava di assistere alla prova speciale di un rally e gli addetti della Pro Loco di Riccò del Golfo hanno sudato le sette camicie per far si che i presenti prestassero attenzione lungo la discesa (soprattutto nelle curve).
L'evento era disciplinato da un rigido regolamento, che imponeva ai concorrenti il rispetto di precise norme di sicurezza.
Nei punti critici del percorso, come protezione contro eventuali uscite di strada, sono state posizionate delle gomme di autovetture ed un servizio di pronto soccorso era garantito dalla locale sezione della Croce Rossa Italiana e dai volontari della Protezione Civile, in costante contatto radio.
La "Cronodiscesa Casella-Valdipino" comprendeva tre categorie di partecipazione: carretti con cuscinetti a sfera, ruote gommate monoposto, ruote gommate biposto. La gara è stata disputata al meglio di due manche. Dalle ore 14,00 i piloti hanno potuto saggiare il tracciato grazie ad alcune discese di prova mentre il primo concorrente presentatosi sulla linea di partenza di Casella ha ricevuto il via alle ore 15,00, tra le urla di incitamento del pubblico presente.
Alessio Daziano si è imposto nella categoria monoposto, il gommato biposto ha visto il successo di Nicola Gargano (già trionfatore nel 2010), mentre i cuscinetti hanno visto sul gradino più alto del podio Andrea Marcobello.

CRONODISCESA CASELLA-VALDIPINO 2011 - In gara il carrettino gommato n° 103, dotato di roll-bar CRONODISCESA CASELLA-VALDIPINO 2011 - Il carrettino gommato n° 106 ha avuto un guasto meccanico e il pilota è stato costretto a ritirarsi dalla competizione CRONODISCESA CASELLA-VALDIPINO 2011 - I carrettini risalgono a traino verso la linea di partenza per dare il via alla seconda manche
Riccò del Golfo 11/09/2011 - Alcuni momenti della II Cronodiscesa Casella-Valdipino

Questa sfida paesana si ricollega alla tradizione degli antichi giochi di strada durante i quali i giovani spesso scendevano per goliardia lungo le vie dei borghi con rudimentali carretti in legno, aventi come ruote dei cuscinetti a sfera.
Allora niente velocità da brivido, in primis perché il fondo stradale non era certamente quello di oggi e poi perché le dimensioni dei cuscinetti erano veramente ridotte. Oggi le cose sono un poco diverse: a Riccò del Golfo un carrettino su gomma ha raggiunto punte di velocità intorno ai 50Km/h (quella media sui 1800 metri del percorso é stata di poco superiore ai 32 Km/h).
Un tradizionale mezzo con i cuscinetti a sfera, i più piccoli del lotto, ha compiuto il tracciato in poco meno di 13 minuti (solo 7 Km/h di media) ed in alcuni punti meno ripidi, per non perdere velocità, il pilota ha dovuto aiutarsi a forza di braccia...

Per maggiori informazioni: www.comune.riccodelgolfo.sp.it

Close Up

Fotografie, eventi, turismo, economia, arte e gastronomia

Le Alpi Apuane
Originano da movimenti tettonici del fondo marino e sono prevalentemente costituite di roccia (il notissimo marmo bianco). I calcari risalgono ad almeno 250 milioni di anni fa e ne fanno un "monumento geologico" unico al mondo...

Elenco puntato - Le Alpi Apuane

Ferrovia Aulla-Lucca
Il fascino dei treni d'epoca
e delle locomotive a vapore

Elenco puntato - Ferrovia Aulla-Lucca

Ferrovia Pontremolese
Una linea di vitale importanza
per La Spezia e la Lunigiana

Elenco puntato - Ferrovia Pontremolese

Infiorate a Brugnato
"Per tetto un cielo di stelle e
per strada un tappeto di fiori..."

Elenco puntato - Infiorate a Brugnato

Tall Ships alla Spezia
Provenienti dalla "Tall Ship's
Race 2007 Mediterranea, da
Alicante a Genova, alcuni fra i
più prestigiosi velieri d'epoca
hanno fatto tappa nel Golfo
della Spezia prima di lasciare
definitivamente il Mar Ligure.

Elenco puntato - Tall Ships alla Spezia

Festa della Marineria
La biennale manifestazione del
mare, nata nel 2009 alla Spezia,
ha raggiunto il culmine della
popolarità nel 2013 con la
presenza di 35 tra i velieri più
belli del mondo.

Elenco puntato - Festa della Marineria

Mezzi militari storici
Carri armati, autoblindo, jeep, motociclette, autocarri dei periodi bellici e non che tornano in auge durante i raduni organizzati dagli appassionati del settore.

Elenco puntato - Mezzi militari storici

La mitica Fiat 508 Balilla
Questa vettura rivoluzionaria venne ufficialmente battezzata il 12 aprile del 1932 al 5° Salone dell'Automobile di Milano. Aveva tre marce; era slanciata, veloce e consumava molto poco...

Elenco puntato - La mitica Fiat 508 Balilla

Tuning: l'arte delle 4 ruote
L'arte di apportare alla propria
autovettura dei cambiamenti a
livello motoristico ed estetico iniziò intorno alla metà del
Novecento. La capostipite
delle auto Tuning fu la
mitica Fiat 500 Abarth...

Elenco puntato - Tuning: l'arte delle 4 ruote

Antiche ricette in Lunigiana
Piatti prelibati di una cucina essenziale, ma non per questo meno saporita. Cibi dal sapore antico che tornano ad imbandire le nostre tavole dopo  essere stati riscoperti a nuova vita.

Elenco puntato - Antiche ricette in Lunigiana
 
 
 
 
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
19037 S.Stefano di Magra - LA SPEZIA  IT
   

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP