Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

GENOVA

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

 
  QUI TOURING dell'ottobre 1972 - Copertina con interrogativo: "E' ancora possibile salvare la natura ?"

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati...

Close Up

Argomenti in primo piano,
news, eventi e storia del territorio

Infiorate del Corpus Domini
"Per tetto un cielo di stelle e
per strada un tappeto di fiori...".
A Brugnato, ogni anno, giovani e
meno giovani si radunano nel
centro storico per abbellire strade
e piazze con disegni floreali,
secondo un'antica tradizione che
origina da un miracolo
avvenuto a Bolsena...

Grafica elenco puntato link

 

BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2015) - Quadro raffigurante il volto di una Madonna contornato da fiori secchi e petali di margherite
 
 
 
 

Fotografie © GIOVANNI MENCARINI

 
Fiore spontaneo di Liguria

Titolo argomento - Storia di Euroflora

Storia di EUROFLORA
                  Il linguaggio dei fiori
Ogni cinque anni Genova si trasforma per una settimana nel più bel giardino del mondo.EUROFLORA, l'esposizione del fiore e della pianta ornamentale, organizzata dall'Ente Fiera di Genova, costituisce l'espressione ufficiale della floricoltura italiana, riconosciuta in tutte le parti del mondo attraverso l' A.I.P.H. (Association Internationale des Producteurs de l'Horticulture). Euroflora inoltre è membro di AIF ( Association of International Floralies), che ha fondato nel 2005 insieme alle Floralies di Gand e Nantes. Presso la Fiera di Genova, negli oltre 100.000 metri quadrati di padiglioni al coperto, nonché nelle aree esterne, presentano i loro prodotti florovivaisti ed esperti italiani del settore ma anche tantissimi espositori stranieri provenienti da paesi di tutti i continenti.
Elenco puntato - Scenografie 1981 Scenografie 1981
EUROFLORA 1981 - Fantino con cavallo al salto della siepe, originale scenografia equestre del Liechtenstein EUROFLORA 1981 - Fiori nel padiglione dell'Olanda EUROFLORA 1981 - La barca di Caronte nella palude dell'Inferno dantesco EUROFLORA 1981 - Felci giganti e laghetti allestiti nel Padiglione "S"

EuroAmeriflora 1991

Euroflora 2001

Euroflora 2011 - foto e news

Fotografie storiche

Elenco puntato paragrafo - Lo spettacolare colpo d'occhio del Padiglione "S"  Lo spettacolare colpo d'occhio del Padiglione "S"

Tradizionalmente il padiglione "S", detto anche Palasport, è occupato durante tutta la manifestazione dalle composizioni floreali e non, che più brillano in originalità bellezza e magnificenza, attirando così l'attenzione di centinaia di migliaia di visitatori.
Nata nel 1966, dopo aver raccolto l'eredità di Flor '61, la grande mostra floreale allestita a Torino per le celebrazioni dell'Unità d'Italia, Euroflora è passata dai 250.000 visitatori della

prima edizione ai quasi 700.000 del 2001, riscuotendo un enorme successo grazie alle spettacolari scenografie in cui fiori e piante vengono sistemati.
Nel 1986 fu raggiunto il record di presenze (730.000). Nella sola giornata del 25 Aprile affluirono nelle aree espositive circa 120.000 persone. Euroflora fu ideata ispirandosi alle celebri floralie di Gand, grazie all'intuizione geniale del Presidente dell'Ente Fiera Carlo Pastorino che coinvolse in questo ambizioso progetto i floricoltori genovesi e liguri. L'autorizzazione per il suo svolgimento fu concessa il 27 agosto 1965 dall' A.I.P.H., tramite il suo presidente Emile Debroise, che la inserì nel vasto panorama dei suoi eventi. La decisione fu accolta con grande

EUROFLORA 1996 - Composizione rose "Rosso Antibes"

apprezzamento dai floricoltori europei che iniziarono a partecipare numerosi alla quinquennale italiana del fiore. Tra le visite illustri ad Euroflora ricordiamo tre Presidenti della Repubblica (Sandro Pertini - Francesco Cossiga - Oscar Luigi Scalfaro), i Principi Grace e Ranieri di Monaco e Marella Agnelli.

Elenco puntato - Scenografie 1981-1986 Scenografie 1981 - 1986
EUROFLORA 1981 - Aree espositive della Regione Toscana EUROFLORA 1981 - Una incredibile scenografia nello stand dell'Olanda EUROFLORA 1981 - Ambiente acquatico per i fiori del Comune di Sanremo EUROFLORA 1986 - Fontana circolare con caratteristico zampillo d'acqua
Elenco puntato paragrafo - L'acqua componente basilare dell'esposizione genovese  L'acqua componente basilare dell'esposizione genovese

Nel tempo l'immagine di Euroflora è mutata: alla violenta esplosione di colori, caratterizzata da una netta prevalenza di fiori recisi, si è giunti, a partire dal 1986, ad un recupero delle piante ornamentali, sempreverdi e non, che hanno creato ambienti più morbidi e riposanti: dei veri e propri giardini.
L'edizione del 1991, in vista del quinto centenario della scoperta dell'America, assunse simbolicamente la denominazione di EuroAmeriFlora. Una gigantesca immagine di Cristoforo

Immagine animata di fiori Colombo campeggiava all'interno del Padiglione "S" (vedi foto sotto), particolarmente dedicato alla flora americana conosciuta in Europa dopo la scoperta del Nuovo Mondo.
Vi si potevano ammirare splendidi esemplari vegetali ambientati in uno scenario imponente, con un lago attraversato da numerosi ponti.
Anche l'acqua è sempre stato un componente basilare dell'esposizione genovese e nell'edizione del 2006 è diventata addirittura il tema dominante, vista la particolare attenzione che il pianeta sta riservando a questa preziosa risorsa naturale.

Le riserve di acqua dolce sono in costante diminuzione e la qualità del prezioso elemento è sempre più scarsa a causa degli agenti inquinanti presenti nell'atmosfera e nel suolo.
Presidente del Comitato d'Onore dell'Edizione 2006 è stata Marella Agnelli. Più sotto si può vedere un magnifico esemplare di rosa a lei dedicata nel 1996.

Grafica per titolo argomento  Euroflora 1986: un'edizione da record
Euroflora 1986 ha chiuso i battenti sulle ali dell'entusiasmo: più di 700.000 visitatori hanno percorso come un fiume in piena l'area fieristica genovese, nei dieci giorni della rassegna, invadendo il palazzo dello sport trasformato in un fantastico giardino e i Padiglioni "A" e "B" dove erano ospitate, fra le altre, le esposizioni della Cina popolare, con i suoi affascinanti bonsai, della applauditissima Regione Toscana e di alcuni floricoltori della Valle del Magra.
Il notevole successo di pubblico - si tratta di un primato assoluto - dimostra l'interesse per questo settore, dove si ha, in Italia, una spesa pro-capite annua di 57 mila lire, una cifra che in Europa viene superata soltanto dall'Olanda (stupendo il suo stand), dalla Norvegia e dalla Danimarca. Alla mostra internazionale del fiore che si tiene in Italia ogni cinque anni hanno partecipato 17 Paesi.
Nel giorno di chiusura, nelle aree all'aperto di Euroflora, 30 comuni liguri hanno ricevuto in dono un centinaio di esemplari di "Ginkgo Biloba", di età compresa fra i 15 e i 20 anni. L'iniziativa è dovuta a Ilex Scarpellini che, con un atto concreto, ha voluto aprire un dialogo con gli amministratori pubblici per una diversa e più qualificata definizione degli arredi urbani, atta a migliorare la qualità di vita dei cittadini.
Durante Euroflora 1986 sono stati dibattuti  i problemi per lo sviluppo del florovivaismo italiano e sulla conservazione del verde. Tra il 1980 ed il 1984 il consumo di fiori recisi e piante ornamentali in Italia è cresciuto del 154%. "Il trend di questo settore - come riferito da Giuseppe Punzo, dirigente dell'ICE - è stato positivo fino al 1984, poi la neve, la siccità, il gelo, si sono abbattuti sull'Italia per cui il saldo della bilancia dei pagamenti da attivo (24,4 miliardi nel 1984) è diventato fortemente passivo nel 1985 ( meno 122,9 miliardi di lire). Il disavanzo è dovuto non tanto al calo delle esportazioni (scese del 10%), quanto all'ingente aumento delle importazioni, sia di materiali da consumo (fiori recisi e piante, che da riproduzione. Dall'Olanda nel 1985 abbiamo comprato bulbi per 96 miliardi di lire".
(da "La Nazione" del 6 maggio 1986)

I numeri parlano chiaro sul successo che ha caratterizzato nel tempo Euroflora. I dati statistici, aggiornati all'edizione 2011, dicono che l'esposizione genovese è stata globalmente visitata da 5.175.000 persone. I concorsi tecnici ed estetici sono stati più di 6.200 ed alla stessa cifra assommano gli espositori provenienti da tutto il mondo.

Elenco puntato - Scenografie 1991-1996 Scenografie 1991 - 1996
EUROFLORA 1991 - Un' effige gigante di Cristoforo Colombo domina il Padiglione "S" EUROFLORA 1991 - Ponti in legno e piante per la scenografia del Padiglione "S" EUROFLORA 1996 - Un puzzle gigante di fiori compone l'immagine di Topolino EUROFLORA 1996 - Ambiente "Belle Epoque"
Elenco puntato paragrafo - Dal 1966 un successo sempre crescente  Dal 1966 un successo sempre crescente

Tanta strada percorsa dal 1966 quando parteciparono alla prima edizione 263 espositori da 19 Paesi.
Gli espositori di Euroflora sono produttori, floricoltori e florovivaisti che partecipano a titolo individuale od in associazione, sotto l'egida delle varie Camere di Commercio. Ma ci sono anche Comuni e Regioni con gli stand istituzionali e i Paesi Esteri, che consentono il confronto tra le varie produzioni nazionali. Oggi il layout ed i contenuti di Euroflora consentono a tutti di apprezzare da vicino le migliori tecniche di coltivazione di fiori e piante, riscoprendole come abitudine di vita e, allo stesso tempo, trasmettono un profondo messaggio di amore e di rispetto per la natura.

EUROFLORA 1996 - rosa Donna Marella Agnelli
Elenco puntato - Scenografie 2001-2006 Scenografie 2001 - 2006
EUROFLORA 2001 - Riproduzione del giardino del principe Andrea Doria all'interno del Padiglione "S" EUROFLORA 2001 - Particolare della cascata EUROFLORA 2001 - Pesci ed animali "scolpiti" nelle siepi EUROFLORA 2006 - Non siamo a Lilliput ma nella scenografia finale della 9a edizione dove vasi giganti di piante accompagnano l'uscita dei visitatori
Elenco puntato paragrafo - Curiosità e numeri finali di Euroflora 2006, nona edizione  Curiosità e numeri finali di Euroflora 2006, nona edizione
EUROFLORA 2006, svoltasi dal 21 aprile al 1 maggio, ha ottenuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Forestali, del Ministero dell'Ambiente e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
La pianta più grande di Euroflora 2006 è stata una palma, presentata all'interno della Collettiva Sarda.
Sotto la tensostruttura della marina è stato ricostruito un porto “Old America” dove sono stati esposti frutti, erbe e spezie arrivati in Europa nel corso dei secoli dai punti più remoti della terra e dove era ormeggiata "Royono", la goletta appartenuta a John Fitzgerald Kennedy.
I sistemi di pompaggio utilizzati per le scenografie di Euroflora 2006 sono stati donati alla missione di Padre Ottavio, nelle isole di Capo Verde. Serviranno per attingere e distribuire l'acqua dei pozzi.

I numeri finali resi noti dall'Ente Fiera sono i seguenti:
Visitatori:  562.000   -   Florovivaisti: più di 800   -   Regioni: 16   -   Paesi: 17
Concorsi tecnici ed estetici:  756  -  Iscritti: 3.500  -  Montepremi: 420.000 Euro
Giurie:  80  -  Esperti: 250  -  Giornalisti accreditati: 600  -  Provenienti da: 20 Paesi
Chiamate al call center:  12.500  -  Sito Internet: 295.000 visite
Fonti: GuidExpress CdS, TuttoCittà, Ente Fiera, Guida Ufficiale Euroflora 2011, Coop Consumatori
Nota sulle fotografie:
il taglio orizzontale delle miniature non restituisce le prospettive originali. Per apprezzare al meglio le fotografie bisogna ingrandirle cliccandoci sopra.
  
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
 

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP